PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Quasi come appena nati

Quasi come appena nati,
da stato paludoso.

Come esseri monocellulari,
riprodursi di nuovo pian piano,
nonostante situazione
di triste decadenza
nel perpetuo divenire.

Che' vivere e' un po' morire!
Che' morire e' un po' tornare a vivere!
Che' continuamente collimano

dolore, gioia e tristezza,
piacere, malattie e paure.

Da cui comunque dobbiamo
trarre coraggio.

Un coraggio da far paura
semplicemente per difendersi
o condividere briciole d' esistenza.

Nonostante i nostri limiti,
nell' illusione.

Anche in questa difficile condizione
ricercare e scavare, risalire
come germogli di luce
nonostante le tenebre
per la nuova partenza

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Grazia Denaro il 26/01/2012 22:16
    Molto bella e molto introspettiva complimenti mi è molto piaciuta.
  • Anna Raccardi il 22/10/2011 10:47
    ciao raffaele molto bella sentita complimenti
  • Raffaele Arena il 20/10/2011 20:36
    Grazie a tutti per i vostri esagerati e apprezzati commenti. Troppo onore. E forse anche troppa confusione nella mia testa! Un bacio!
  • Anonimo il 20/10/2011 19:02
    Poesia meditativa, apprezzati i riferimenti della ciclicità del tempo e del perpetuo e incombente divenire, della nostra limitatezza ma del continuo ricercare. "una vita senza ricerca non è degna d'essere vissuta" (Socrate). Trovo molti spunti filosofici che vanno da Socrate, Platone, Eraclito a Cusano, non so se sono voluti ma comunque sia bravo!
  • Anna Rossi il 20/10/2011 13:01
    ottime riflessioni. dal circolo vita-morte-morte-vita nasce il senso poetico della nostra esistenza...
  • Ada Piras il 20/10/2011 10:08
    Molto bella Raffaele... Bravo
  • Anonimo il 20/10/2011 09:22
    Mi piace molto, Raffaele: è proprio la nostra vita... e da tutto ciò che la vita ci regala con i suoi contrasti e contrapposizioni nasce la poesia!
  • loretta margherita citarei il 20/10/2011 09:21
    bella la chiusa apprezzata
  • Ettore Vita il 20/10/2011 09:17
    Bravo Raffaele, anche Platone dice che il divenire non è lineare bensì circolare, vita-morte, morte - vita.
    E il nostro Pitagora diceva che l'armonia nasce dai contrasti.
    Anche la poesia nasce da questo incontro vita-morte.
    Ahi come dal dolor nacque l'italo canto. Scriveva Leopardi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0