PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Perchè vuoi sapere chi sono?

Perchè chiedi, perchè vuoi sapere?

Io sono vento che soffia e aria collosa,
sono acqua limpida e pozza di zolfo.

Io sono sale che secca la gola e zucchero di caramelle colorate,
aspro di pensiero e sciolto nei muovimenti.

Io sono cattivo nel profilo e mani aperte che carezzano,
sono sguardo fisso e linee che sorriso e gli anni lasciano sulla mia pelle.

Sono uomo e donna,
bambino e maestro.
Individuo e gruppo.

Sono persona che sussurra a bassa voce con i miei occhi vicino ai tuoi,
sono l'ultimo che sta nell'angolo, nella penombra, quello che alza la mano urlante.

Io sono, aspiro, mi atteggio e recito.
Concetti simili se presi a coppie contigue.
Lontani negli estremi.

Io sono grandezza e orrore,
sono carne e sarò polvere.

E nella mia piccola, insignificante, grandiosa e fragile umanità
io, sono eterno

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Mattia Gatti il 20/10/2011 11:10
    Grazie anche a Ada per la sua gentilezza d'animo nel perdonare la mia costruzione non in linea retta
  • Mattia Gatti il 20/10/2011 10:57
    ... e l'ultimo chiude la porta...
    Acchh anche Stanislao... mi sa che ho combinato un casino, la prossima volta scriverò l'elenco della spesa... (... 4 zucchine smunte e diafane a rappresentare che la vita è wabi-sabi, lo zucchero di canna che se è eco-solidale addolcisce anche la mia anima, etc etc...)
    Ps... grazie
  • Stanislao Mounlisky il 20/10/2011 10:41
    Solo il maledetto detective Nick Carter, mio acerrimo nemico, potrebbe scoprirlo, a me mi scopre sempre! Scherzi a parte, bella poesia
  • Ada Piras il 20/10/2011 10:22
    Non so se è sbilenca... forse... ma il concetto mi piace.
  • Mattia Gatti il 20/10/2011 10:13
    Grazie Loretta, a rileggerla oggi mi pare un poco sbilenca in alcuni punti... ma capperi, non sono un fine dicitore
  • loretta margherita citarei il 20/10/2011 09:19
    molto originale apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0