accedi   |   crea nuovo account

Un altro dittatore è caduto

Uno, nessuno, centomila
nascondono il loro odio.
Accecati da fardelli troppo pesanti,
lambiti da cattivi pensieri,
trovano la forza di vendicarsi
rompendo il muro di paure,
oltrepassandolo con forza e coraggio.
Dittature senza pudore,
ingannano ingenue persone
tradendo il loro diritto,
tradendo la loro dignità.
Accantoniamo le nostre incertezze,
torniamo ad essere uomini liberi
ostentando le nostre unghie
restate troppo tempo foderate
entro limiti imposti dal terrore.
È l'ora che il diniego,
causa di troppo dolore
accentuato da individui indegni,
determinato da assurde ideologie, cessi.
Uniti da forze misteriose,
terminiamo il nostro nemico
oltraggioso della nostra dignità.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 22/10/2011 11:33
    Questi versi ci ricordano che gli uomini, anche se schiavizzati, hanno sempre un'anima, eternamente libera, con il compito di trovare la vera luce, di scoprire la vera altezza della vita; una poesia messaggio di libertà.
  • loretta margherita citarei il 21/10/2011 21:55
    occorreva processarlo apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0