accedi   |   crea nuovo account

Epitaffio d'un amica tanto cara

Sale al cielo il fumo d'un fuoco,
urlano le nubi corrose dal sol del tramonto
marciscono le rovine d'ogni morale e
sotto il peso di mille ricordi
la perduta occasione
inonda la terra di lacrime
dolci d'amore
aspre d'odio.

E così, sciolto sotto il freddo abbraccio d'un sole spento,
piango la miseria del cuore d'un'amica,
un'ombra cara d'amor invano rincorsa ed amata,
ma lontana ed incorporea e d'amor fraterno priva.

Sale al cielo il fumo d'un fuoco,
urlano gli occhi di chi piange
si spengono gli animi e l'ultimo memento d'amore scompare per sempre.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • cristiano comelli il 21/10/2011 22:43
    Versi toccanti di intenso e ben tratteggiato affetto, non pensa che la sua amica, grazie ai suoi versi, le sia sempre in qualche modo compagna e continui ad amarla sia pure in un'altra dimensione? La poesia, per me, non è tanto ricordo quanto riaffermazione forte e dolce al contempo di una presenza per noi importante nel tempo che fu ma anche in quello che sarà. Cordialità.
  • loretta margherita citarei il 21/10/2011 21:47
    bella intensa triste complimenti
  • Ettore Vita il 21/10/2011 20:36
    Bella, appassionata e triste.
    Ma meno male che le rovine di ogni morale marciscono.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0