PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il sorriso della mia solitudine

Di te che sei l'eterna mia compagna
che vivi costeggiando
le pareti della mia esistenza
urli sempre nella mia anima
nelle costellazioni che circondano e illuminano
i passi della mia vita...
crema sciolta di lacrime dissolte
che scendono lentamente
sul viso del cuore
odo sempre nel silenzio
quel palpito che mi fa ansimare
perché tu sei
mia dolce solitudine
luce del mio sorriso
figlia dei mie
segreti e...
dolori nascosti.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • salvo ragonesi il 10/07/2012 09:08
    un altra tua bella. ciao salvo
  • Giacomo Scimonelli il 23/10/2011 07:34
    complimenti anche da parte mia... arriva dritta al cuore...
  • loretta margherita citarei il 22/10/2011 21:41
    che bella, amico caro, 5 stelle
  • laura marchetti il 22/10/2011 21:34
    quando la carezza della solitudine non ferisce il cuore... ma lo culla dolcemente come un bambino... stupenda
  • vale t il 22/10/2011 21:02
    proprio bella, complimenti!!!
  • Ada Piras il 22/10/2011 20:40
    Molto bella... complimenti.
  • Anonimo il 22/10/2011 20:17
    SOLITUDINE... amante perfetta e fedele, eterna compagna insostituibile! Lo comunichi perfettamente!!! Bravo Giuze... come sempre
  • Anonimo il 22/10/2011 20:04
    Una solitudine sentita, chissà magari anche per la distanza dalla tua amata Sicilia. Un caro saluto peppuzzu
  • cristiano comelli il 22/10/2011 19:27
    Oh, finalmente mi imbatto in una poesia che dà alla solitudine la giusta riconoscenza e il giusto valore. O perlomeno, così mi pare di capire già dal titolo. Se non impariamo a considerare la solitudine come una nostra alleata e non come una nostra nemica, non possiamo predisporci a vivere meglio con gli altri. È un paradosso, lo so, ma per poter sempre meglio relazionarsi al prossimo occorre sapersi ritagliare momenti di solitudine che ci facciano riflettere sul nostro rapporto con glialtri e sulla sua indispensabilità, nonchè sul nostro miglior donarci a essi. Cordialità.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0