PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La mela

quanno Adamo venne ar monno
Dio je fece: - Fà attenzione
pe mostrà la devozione
Io te vieto, fino in fonno,
una cosa solamente
vedi quella mela là?
propio nun se po' magnà!
tutto er resto che ciai in mente
lo poi fa liberamente
ma si tu te magni er frutto..
beh, poi a Me Me pija brutto! -
Come Dio s'allotanò
co la prima tentazione
fù che l'omo se magnò
quer divieto in un boccone

tanto tempo è ormai passato
da sto fatto primordiale
e ancor oggi bene o male
se ripete sto peccato
quanno infatti un ritrovato
pò fa ricco quarcheduno
nun je importa piu a nessuno
si fa male e và vietato:
l'omo casca in tentazione
e ce l'hai pe colazione

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0