accedi   |   crea nuovo account

Quel che successe dopo A Lei

Questo vuol essere solo uno sfogo
per cercar di spegner del cor mio'l rogo,
per esaltarvi, non farvi pietà,
nell'unico modo che so, da poeta.



Non so cosa fu a darmi la spinta
di consegnarLe quanto per Lei scrissi.
Nella giornata di rosso amor tinta
le rivelai quali son miei pensier fissi.

Infilai tra sue cose di nascosto
un biglietto preparato con passion.
Ma come avrebbe al mio gesto risposto?
mi chiedevo, tra rimorso e convinzion.

Inizialmente prese le distanze.
Per certi sguardi e parol si sentiva
la differenza, era con me assai schiva,
ma capivo date le circostanze.

Decise di non parlarne a nessuno,
acconsentiva all'umile richiesta.
Gioivo senza ricever dono alcuno
mentre'l cor mio era tutto una tempesta.

Poi con mio stupor fu quasi come prima
seppur così vicina a me più non stia
e dietro ogni occhiata imbarazzo ci sia.
Forse ha apprezzato mia poesia in rima,

Ma so per certo non sarà mai affar mio.
A confermarmi quanto sia speciale
ciò che accadde dopo stasi iniziale,
e non può che aumentar sempre più'l desio.

E menzogna dir che sto sempre bene
e ingannar se stessi non conviene
varia rispetto a me i suoi attteggiamenti
e in me si susseguono cambiamenti.

A seconda di quel che ogni di accade
la vedo che m'accompagna nell'ade.
Di quanto Le ho rivelato mi pento,
una profonda fitta al cuore sento.

Avviene non in una giornata sola
che m'ignori, commenti acida io stimo,
Si alteri, non mi rivolga parola

12345678910

2
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0