username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

vortice di piacere

Fredda è la mia ansia
e desolata la mia mente
restai
come una amante lasciando cadere una rosa nella pioggia
e allora io mi dileguai nelle tenebre
e tu non puoi più sperare nella mia riapparizione
ma i tuoi verdi occhi sanguinanti
mi osservano
e riveleranno le mia bugie
La mia anima mi trascina giu
in un vortice di piacere
e la tua anima mi segue giu
in questo vortice senza vie d'uscita
cerea fu la mia faccia quando tu mi chiedesti di seguirti
io restai
come un prigioniero in un vortice di piacere
e rimasi cosi innocente nello splendore della tua consacrazione
ma io voglio un altro mondo
dove poter riposare in pace
scivola lenta giu per la tua guancia una goccia di miele
noi eravamo passione in fiamme appartenenti ad un unico vortice di piacere.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Gianmarco Dosselli il 18/11/2008 17:17
    Nelle poesie sono concesse le ripetizioni, come sono concesse nelle numerose canzoni che agli ascoltatori sembrano gradirle e manco reclamano.
  • rachele irlanda il 11/10/2008 15:11
    straordinaria
  • Adriano Di Carlo il 04/10/2006 16:08
    si cmq le ripetizioni la fermano un po'
  • Adriano Di Carlo il 04/10/2006 16:07
    nostalgica ed intensa. buona, cryback
  • Argeta Brozi il 20/09/2006 09:38
    Questa è quella in inglese? L'hai riscritta. Come ti ho detto prima sono le ripetizioni che frenano la poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0