accedi   |   crea nuovo account

La Tessitrice

Schiene, ornate da fisciù di trine intarsiati
lunate su arcolai cogl'anni del mondo
fiandra, in mani ruvide mai dome
per quando il tempo ti farà donna
occhi, d'osmosi vitae
e bracieri consunti a tener fuori giorni di vento
aspettando
la stagione dell'amore che incendierà riccioli ramati
danzeranno
in piazza colma d'aneliti e note spruzzate
da fiati
e sospiri alla Luna nascente, fino
ai primi chiarori d'oriente.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 29/10/2011 07:52
    Bellissima poesia... donna... nelle viscere di una cultura
    non ti manca la sensualità che sprigiona desideri...
  • denny red. il 29/10/2011 01:19
    Tessi.. versi splendidi, danze d'amore.. Bellissima!!! ignazio, Sempre Bravo!!!

  • Anna Rossi il 28/10/2011 22:59
    lirica ben scritta. composizione elegante. originale il tema..
  • loretta margherita citarei il 28/10/2011 21:20
    molto bella complimenti
  • Anonimo il 28/10/2011 20:20
    meravigliosa la tua poesia... versi delicati che tra trine e merletti... danno l'idea di un meraviglioso ricamo...
    una bacio ignazio sempre grande

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0