username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La crisi economica

siamo passati
dall'addentare
il semplice pane
accompagnato da poveri cibi
a gustare
le industriali nichette
aumentandone
ogni dì,
al pari passo col benessere,
la farcitura
con gustose e pregiate cibarie.

Sazi, nell'abbondanza,
abbiamo spesso buttato
il panino imbottito
consumato solo per metà.

Ora, al di là
dei soliti ricchi
che mai conosceranno
i morsi della fame,
c'è chi
ha iniziato a togliere
dalla nichetta l'eccesso
della farcitura,
altri
si contentano
di riempirla
con piccoli assaggi,
altri ancora
la gustano da sola.

E c'è chi
(fenomeno in crescente aumento)
buttato a terra della crisi
del pane
conosce solo l'odore.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Bruno Briasco il 01/11/2011 11:11
    triste ma vera... Ogni giorno vedo braccia protese nei cassonetti dei rifiuti... Uno scritto riflessivo... ma serve? Un abbraccio cara amica
  • Anonimo il 30/10/2011 11:02
    Tristemente vera, quanto mi fa male interiormente vedere vecchi che hanno lavorato una vita, vederli razzolare come polli i scarti del mercato, per affrontare un domani più triste di quanto è l'oggi.
  • Giacomo Scimonelli il 30/10/2011 09:30
    pensieri condivisibili... da applausi
  • Anonimo il 29/10/2011 18:50
    Dal mio ufficio vedo ogni giorno gente raccogliere da terra oggetti, cose abbandonati di mercatini affatto distratti, ma semplicemente incuranti. Vedo ogni giorno donne e uomini aprire il secchione dell'immondizia per raccogliere cibo e dimenticare così la fame. Nono sono zingari ma gente cone noi...
  • Ada Piras il 29/10/2011 18:46
    Brava Loretta... ben detto... condivido.
  • mariateresa morry il 29/10/2011 17:08
    Ottimo esempio di poesia " economica "... una riflessione attraverso un modo di vedere e trasformare il pane quotidiano... molto azzeccata !!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0