accedi   |   crea nuovo account

Affoga piccolo uomo

Più bianca questa notte
dai profili di cristallo

Ti conduco profano
dove il tempo si ferma

Ti lascio nel limbo
gelido e sconfinato

Non c'è fretta, ne timore

Ascolta la supplica
muta nel mio silenzio

Custodisci l'attimo
la segreta rivelazione
Affoga nel mio mondo
piccolo uomo.

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Aedo il 26/04/2012 17:49
    Prendere per mano e condurre lì dove il tempo non esiste più, è qualcosa di meraviglioso, il senso particolare di un amore profondo. La tua poesia mi è piaciuta moltissimo!
  • augusto villa il 15/02/2012 19:19
    È molto bella, complimenti!!! ----
  • Sofia Rossi il 02/11/2011 17:24
    Grazie della tua interpretazione Giuseppe. Non c'è niente da scusare, anzi mi fa molto piacere. Concordo con te sul fatto che sia criptica, ma questo tipo di poesie le apprezzo particolarmente perchè permettono un'interpretazione molto libera anche al di là di ciò che l'autore intendeva comunicare.
  • Giuseppe Amato il 30/10/2011 09:27
    Voglio iniziare a commentarti dall'espressione più apparentemente criptica... ma poi a ben vedere non tanto.
    Mi piace osare e rischiare di prendere abbagli. Per me quel "piccolo uomo" è un salvatore e quella richiesta d'affogo è solo una preghiera forte, una richiesta di penetrazione spirituale. Dramma presente ogni giorno in chi intimamente prega. Se non avessi capito nulla vogliami scusare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0