PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sei il cielo ed il corpo della nostra anima

Da quando lo sfacelo
dei miei occhi

Eyeliner

si è fatto cielo

posso stare un po' seduto
senza tormentare troppo il mio mentale

a guardare

le sorti del mondo derivare catastroficamente verso densi liquidi colorati porti dai meravigliosi orti

A forza
di sognare senza tregua
una Donna ideale

la mia anima si è struccata dal suo catasto d'astro casto donandomi un corpo di paradisi

sotto questo liso cielo
una dote d'oro

il Tuo

nel quale posseduto da un Amore infinito mi contemplo ubicato in Te

in tutte le mie radici terrestri le Tue splendenti sensibili ultraterrene virtù

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • sara zucchetti il 30/10/2011 17:51
    Bravo Vincenzo bei versi pieni d'amore. Sei sempre bravissimo
  • Anonimo il 30/10/2011 12:51
    Che ricerca e che soavi versi... sempre emozionante...
  • Salvatore Maucieri il 30/10/2011 11:28
    Bella poesia Vincenzo. Ciaooooooo
  • karen tognini il 30/10/2011 10:20
    Sublimi emozioni... hai trovato nell'amore la pace interiore che hai sempre sognato...
    Splendidi versi...
    sotto questo liso cielo
    una dote d'oro

    il Tuo

    nel quale posseduto da un Amore infinito mi contemplo ubicato in Te

    in tutte le mie radici terrestri le Tue splendenti sensibili ultraterrene virtù


  • Anonimo il 30/10/2011 10:07
    Tra le possibilità che la vita ci mette a disposizione, quella che adoperiamo più di tutti è il sognare; è uno splendido sogno il tuo Vincenzo, grazie per averlo condiviso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0