accedi   |   crea nuovo account

Ci potevo parlare

Ci potevo parlare la mattina,
sussurrare la sera,
sognarla la notte.
è qualcosa di grande,
per quella persona a cui, ormai,
è rimasta solo lei...
ma cui da tanta, inestinguibile, forza.
che non si può fermare a parole,
non la si ditrugge nel tempo, se intensa.
la speranza essa è.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 02/11/2011 10:37
    Versi che percorrono con decisione la strada meno accidentata della certezza, quella di valori che oggi vanno scemando. Il poeta sviscera un colloquio fra sé e sé che emoziona e irrobustisce il suo lavoro.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0