accedi   |   crea nuovo account

Novellieri

Siamo tutti scrittori
in un mondo sapiente,
di libri, riviste e giornali
sono pieni le menti.
Leggo lo scritto
e scrivo per leggere.
Il dire si perde, tra uomini colti,
l'amore rimane su labbra future
di uomini nuovi dai cuori sinceri.
Il grande frastuono delle civiltà,
si spegne in ricordo e sono vanità!

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Rosarita De Martino il 28/07/2013 20:11
    È proprio vero! Tutte le civiltà passano nel tempo, ma resta sempre viva la "civiltà dell'amore". Una simpatica condivisione poetica. Rosarita
  • loretta margherita citarei il 30/10/2011 21:07
    complimenti piaciuta molto, 1 bacione tanà e super bacio a lucia
  • mariateresa morry il 30/10/2011 20:21
    Non riesco a capire se nel tuo scritto c'è dell'ottimismo o meno... forse saper scrivere anche delle cose semplici e autentihe è un'arte che andrebbe riscoperta... io ho inteso questo dalle tue parole!!
  • Anonimo il 30/10/2011 20:08
    bella e profonda questa tua poesia caro fratello... se non c'è umiltà anche la cultura si perde, mentre l'amore rimane nei cuori sinceri, dove non esiste vanità ... bravo baci a te e lucia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0