accedi   |   crea nuovo account

Il pranzo della domenica

pensavo di fornire a luca un cannocchiale
per vedere oltre il sorgo
così che quando passa con la macchina
riuscisse a valutare meglio i dossi del terreno
le buche profonde,
se avvicino ancora lo sguardo alla parete
mi sembra che tutto diventi muro
c'è un momento in cui
l'invito a farsi muro
coincide con il timore
di non riuscire a riemergere come persona
luca e la macchina
il muro ed il timore
cominciano a danzare sopra e sotto
non manca di certo il companatico
a questo pranzetto.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 31/10/2011 10:16
    occhiali... per vedere oltre il muro del sorgo... il sorgere del sole..
    muri di timore..
    Bravo Giuliano... Vivanda... ananda... che si mangia con il pane..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0