PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I venti distruttori

" Quando gli eserciti dei cieli
libereranno i venti distruttori, gli uomini
grideranno alle montagne di cadergli addosso
in cerca di riparo, nessuna spelonca li potra coprire "
non ci sarà crepa nella terra che potrà accoglierli

Si alzerà un onda dal mare dei popoli
che inonderà nei cuori dei malvagi
ma non potrà lavare i loro istinti di misfatto

La morte sarà la loro calce

E in mezzo ai venti staremo fermi
neppure sfiorati
Gli occhi vedranno la fine delle tenebre crudeli
Non proveremo rammarico
non seppelliremmo le loro ossa

Ci nutriremo di gioia

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • luigi granito il 11/11/2011 19:26
    La gioia della liberazione dalla malvagità . Il giudizio non sarà nostro sarà Dio a portarlo, non so se io sarò tra chi gioisce, ma questo conta relativamente, mi fido di Lui. Grazie per la tua riflessione
    grazie per il tuo interveto
  • Anonimo il 11/11/2011 09:38
    Un giudizio universale inclemente quale gioia potrà dare?
  • luigi granito il 09/11/2011 21:00
    Si i versi iniziali virgolettati sono presi dall apocalisse, il resto è speranza che infine il bene trionfi e trionfi presto.
  • Anonimo il 09/11/2011 11:58
    forte... versi importanti... luigi... molto bella
    mi hai fatto pensare ad alcuni versi dell'apocalisse...
    complimenti carla
  • stella luce il 04/11/2011 19:03
    ... che dire... versi forti a cui io do una mia interpretazione... molto forti queste parole..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0