accedi   |   crea nuovo account

Nella notte dietro un vetro

Nel silenzio della notte
quando tutto tace
rimango solo...
- con me -
vedo dietro un vetro
il treno dei ricordi
d'anime alzate in cielo
e giovani plebei
il cui grido era
- un bisbiglio sottovoce -
d'amori che infuocano le membra
di passioni che ardono la carne viva
... che urla...
... vuole dissetarsi...
della timidezza nascosta
della spavalderia
di risate a squarciagola e scherzi futili
per non far capire cosa stringo forte dentro
camaleonte solitario
che di nascosto vivo ai margini
guardo e scruto il buio
che s'alza impietoso e cerco
come un mendicante un po' d'amore
che scappa e fugge
e mi beffeggia
come la bella e la bestia
corro lontano e guardo dietro i muri
di campanili...
di chiese diroccate
cumuli di macerie lasciate abbandonate
rifugio d'anime sperdute
che corrono inquiete senza meta
e si accontentano di tutto
di ogni piccola emozione
di una sferzata a questa vita assurda...
... d'un tratto m'accorgo
di ritrovarmi
cucito addosso un abito come su un manichino
e fermo dietro una vetrina
nel silenzio della notte
guardo tutti e chiedo
- perché -

 

2
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 12/11/2013 05:24
    Molto apprezzata, complimenti...

6 commenti:

  • Andrea il 14/09/2012 14:23
    "vedo dietro un vetro/il treno dei ricordi"... ottima lirica la tua giuseppe, tecnicamente e dal punto di vista emotivo... di notte tutto è diverso, concordo pienamente
  • Cinzia Gargiulo il 05/11/2011 21:25
    Poesia profonda, mi piace...
    Ciao Giusè...
  • Anonimo il 05/11/2011 18:05
    E poi ti lamenti delle mie che sono lunghe, eh? A parte gli scherzi, ottima peppuzzu,

    "nel silenzio della notte
    guardo tutti e chiedo
    - perché -"
  • Dora Forino il 05/11/2011 18:02
    Poesia dell'anima, che scava in profondità per cercare i tanti perchè della vita!
    Versi di grande impatto emotivo. Bravo!
  • laura marchetti il 05/11/2011 09:28
    TRISTE E PROFONDA COME LA NOTTE QUANDO SI È SOLI, FORSE PERCHÈ È DI NOTTE CHE SI SVEGLIANO I FANTASMI DELLE PAURE, MA È QUELL'ISTINTO DI SPEZZARE LE CATENE CHE CI TRASCINA DENTRO IL NUCLEO DELLA VITA ALLA QUALE DOBBIAMO GUARDARE CON RISPETTO E DEVOZIONE PERCHÈ È LEI CHE NON DOBBIAMO MAI TRADIRE... TUTTO PASSA AMORI E DOLORI
  • loretta margherita citarei il 05/11/2011 05:33
    bellissima complimenti amicuzzu

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0