PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La strega

Lacrime di dolore,
spremuta di cuore solo una goccia
e di rabbia una piccola roccia.
Danza la strega intorno al calderone
mentre il suo lamento
diventa una canzone,
striscia nell'aria
e combatte nel vento:
volo di rapace
grido di tormento.
Anima spinata
fresca di giornata,
di tradimento un ramo piccolino
e di vendetta quattro piume e uno zampino.
Mescola la strega
il suo filtro lentamente
e gusta la vendetta
con collera crescente.
Si spegnerà nel pianto
quel fuoco tormentato
di una strega come tante
che tanto aveva amato.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • ignazio de michele il 15/04/2012 21:23
    molto bello ed azzeccato il lavoro delle rime in una stesura molto valida...
  • Pablo X il 02/08/2008 22:45
    È vero le donne si possono trasformere in streghe, bella poesia, gli uomini in orchi.
  • Tony Kospan il 29/03/2008 20:11
    Molto bella... con sapori antichi ed emozioni moderne...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0