PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cosa tu sei

Acqua fresca che scorre nel mare
piatto di questi tempi morti
stretti nella fortezza delle leggi
che amano i numeri, padroni
della fragilità. Misero seme
tra pietre e terra, ignorato
con cura che malgrado tutto vive
e cresce governato dalle stelle
più splendenti. Vecchie scritture
polverose nascoste da nuove
teorie legate ai sacri
dotti ciechi, persi nel buio
delle loro certezze. Messaggio
in codice, ermetico nel dare
suggerimenti utili a mani
che scavano e cercano nel tuo
mondo senza sapere cosa sei.
Salvezza! Inclemente nel pulire
le impurità delle grette strade
che percorrono pezzi della mente
in mè sovrane.

 

2
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/04/2012 15:29
    Immagini poetiche davvero suggestive e straordinarie, decorano l'intera pubblicazione ricca di profondi ed intensi significati. Letta con piacere ed apprezzata per stesura e contenuto. Ogni sensazione dell'autore è stata espressa con il massimo della sensibilità e bellezza poetica. Bravissimo!

5 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 18/12/2011 08:55
    sensazioni in versi di poesia che arrivano al cuore
  • Anonimo il 08/11/2011 14:04
    metafore molto belle pasquale... lirica ben scritta bravo
  • loretta margherita citarei il 06/11/2011 19:50
    bella molto apprezzata
  • Elisabetta Fabrini il 06/11/2011 18:23
    Bellissima davvero.. complimenti!
  • Ada Piras il 06/11/2011 17:16
    Che bella poesia... sai cosa mi ha fatto vedere? (oltre
    che piangere)Due ali bianche sopra il mare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0