accedi   |   crea nuovo account

MADRE

Non ero più
Una,
Non ero più
Sola,
Tu eri dentro
Me
E i nostri cuori
Battevano
Insieme…
Ho asciugato
Le tue lacrime,
Pulito le tue
Tenere ferite,
Che il gioco
Dell’Inafferrabile
Infanzia
Ti procurava…
Ora sei un uomo
E con la testa fra le
Mani
Piangi,
Con gli occhi
Desolati
Mi guardi….
Nel mio
Grembo
Non posso più
Accoglierti,
Solo in preghiera
Posso
Proteggerti,
Dopo la morte
Posso
Amarti …….

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 01/06/2007 21:33
    Madre per l'eternità. Complimenti Laura, il tuo stile è particolare, anche perchè sei una persona veramente unica.
  • laura cuppone il 27/05/2007 11:14
    Tengo a precisare che la categoria non è quella assegnata da me...
    ciao L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0