PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Le puttane

Zia Dina sosteneva:
di nove tipi sono le puttane.

Ci son quelle che lo han fatto per amore
ed hanno una ferita dentro il cuore;

le donne che lo fanno per diletto
e con ogni uomo vanno a letto;

le donne che lo fanno per denaro
e disdegnano il povero e l'avaro;

le donne che lo fanno per potere
e nobili e preti vogliono avere;

le donne chiuse in un monastero
appagano l'istinto con il clero;

Quivi si inceppava e al nono andava,
il tipo di puttana che odiava.

Vi sono infin le finte santarelle
perfide donne e mignotte belle
che di tutti dicono parole amare
pure quando s'inginocchiano all'altare,
hanno un vuoto dentro il cuore
e di nascosto fanno l'amore
poi vereconde si fingono tradite
e chiedono d'essere assistite.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Stanislao Mounlisky il 26/11/2011 19:45
    ho letto nella tua nota che zia Dina è persona reale, la trovo un fenomeno di saggezza e simpatia, la poesia mi è piaciuta molto
  • Teresa Tripodi il 12/11/2011 16:25
    Io invece ho scritto di Gemma... complimenti
  • Ettore Vita il 09/11/2011 17:49
    Gentile Teresa,
    Dina era una eroina (come ho scritto in altra poesia e in un racconto). Era stata ingannata dal suo datore di lavoro e aveva avuto una figlia. Poi aveva riscattato questa sua debolezza o ingenuità/ignoranza con una vita irreprensibile, casta e piena di duro lavoro, nella miseria più nera.
    Eppure per il popolo era una "diversa", portava sempre questa etichetta, un neo indelebile. Lei però non si sentiva e non era tale, riteneva che le puttane vere erano quelle che apparivano santarelle (nona categoria). Aveva ragione. Per questa sua dignità, coraggio e spontaneità la amavo e la ricordo con nostalgia.
  • Teresa Tripodi il 09/11/2011 10:06
    è vero ci stanno diverse caregorie di "puttane" il sentirsi puttana non vuol dire esserlo... l'essere puttana quello si che è davvero cosa non bella e parecchio sporca... e tu ne hai elencato le categorie... mi è piciuta anche perchè è un tema che pure io ho toccato ma solo nella categoria delle cose cattive
  • Ettore Vita il 08/11/2011 21:31
    Grazie Loretta della segnalazione.
    Grazie a tutti dei commenti.
  • Nicola Lo Conte il 08/11/2011 20:01
    Vero... e poi
    C'è chi lo fa per amore...
  • loretta margherita citarei il 08/11/2011 19:52
    simpatica , perdonami ma mignotte no mignatte, un piccolo refuso, le mignatte in dialetto erano le sanguisughe usate un tempo, si pensava, per sugare il malato sangue
  • Anonimo il 08/11/2011 19:44
    In effetti una donna, per essere tale, deve manifestarsi puttana in intimità e santa in pubblico. un saluto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0