accedi   |   crea nuovo account

Scrivere

Danza lo sguardo
al ritmo frastagliato della pioggia
mentre un bagliore impazzito di luce
si ribella alla sua abatjour
fino a imprigionare il mio stilo
e condurlo nel regno tremante
delle mie dita
che si ingannano per non ingannarsi;
e si compone intanto
in un fascio inafferrabile d'ombra
una litania martellante e materna:
"scrivere
per scorgere il segreto del ridere
per liberare uccelli di pensieri
dalle tagliole delle convenzioni
per scorgere il senso dell'esistere
al di là delle proprie passioni;
scrivere
per insegnare alle onde a parlare
per non maledire
il volo scostante e bellicoso
di esili zanzare
per dire sempre ai proprii occhi
di non vergognarsi di guardare;
e scrivere
per dire a un cadavere decomposto
che in lui ancora pulsa la vita
anche se sembra irrimediabilmente
una pagina tramontata ed esaurita;
scrivere
per dare un'identità ai proprii affanni
arrampicarsi sul dorso degli anni
non maledirsi mai
se si è nei proprii panni".
Il telefono rantola
chiamate a cui mai ho risposto
nascoste con il rumore lacerante
di una scrittura incompiuta e immatura;
i versi,
fetidi assassini
si conficcano ancora
come schegge di vetro
nel ventre indifeso di un foglio
la litania assiste compiaciuta
e si va di nuovo gonfiando il petto;
"scrivere
per rapire il sapore del vino
per seppellire i pugni del destino
per inventarsi uomo
senza rinnegare il proprio bambino;
scrivere
per schiaffeggiare l'egoismo
per esaltare l'eroismo
per cancellare il qualunquismo".
Il cielo si mette il vestito migliore
e la litania si ritrae
troneggia una voce soltanto:
"scrivi
perchè te lo chiesi io
perchè in ogni parola
tu senta l'impronta di Dio".

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • cristiano comelli il 09/11/2011 19:00
    Grazie signora Cugudda, cordialità.
  • Maria Rosa Cugudda il 09/11/2011 16:50
    lirica molto gradita ed apprezzata!
  • cristiano comelli il 08/11/2011 23:33
    No, dai, cara Anna, non sono uno dei pochi, sono uno che cerca di scrivere, tutto qui. A proposito, ho notato diversi commenti molto lusinghieri sulla tua poesia "Brigante" e me ne compiaccio, avevo già avuto occasione di dirti che questa poesia mi avvinceva molto anche perchè la figura del brigante, per quanto turpe possa essere, ha un che di fascinoso. Che tu hai saputo rendere bene. Cordialità e alla prossima.
  • Anna Rossi il 08/11/2011 23:19
    .. diciamo che sei uno dei pochi che su questo sito sa scrivere divinamente. per contenuto e forma. nella tua lirica hai rappresentato benissimo la funzione catartica della scritttura. con parole che sono pungenti.. petali di rose. Estasiata!
  • cristiano comelli il 08/11/2011 21:24
    Grazie molte, non so se so scrivere, diciamo che ci provo, sui risultati non giudico perchè sarei di parte e non sono presuntuoso per natura. Cordialità.
  • Ada Piras il 08/11/2011 20:57
    Bellissima e sai"SCRIVERE" molto bene...
    Bravissimo..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0