username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Freddo in montagna

La stanza rigida e l’alito che fuma.
Sibila il vento, ulula, infuria,
sbatte, s’adira.
Un noce nell’orto combatte;
scheletrito e bruno si curva,
scricchiola, si drizza, quasi s’abbatte;
si scuote, s’inchina, si torce.
Sull’erba in ginocchio,
atterrito e tremante, piagnucola il passero:
a stento saltella.
Belante un agnello prillando rincasa,
rincasa intirizzito un cane, un pastore ammantato s’affretta;
la vetta ondeggiante si copre di nebbia.
Qualche finestra s’assicura sbattendo;
continua il vento e il cielo s’abbuia.
Fumano i comignoli.
(1960)

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • giorgio giorgi il 08/02/2012 20:29
    Che pennellate d'inverno i versi di questa tua poesia, e che bello, sembra quasi di vederli: il cane, l'agnello ed il pastore che rincasano. La sicurezza del nido dal freddo dell'inverno. Mi è piaciuta.
  • Il _Rinascente il 09/10/2009 15:26
    piaciuta
  • Gianmarco Dosselli il 30/08/2009 20:12
    Una descrizione quasi identica di quando mi trovavo in vacanza, nel 1983, a Magasa (paese di trecento anime, della Valvestino, Alto Garda bresciano). Si era di fine settembre: senza noce nell'orto e senza agnello prillando, di tutto il resto mi hai regalato un ricordo e sentimento che si è impresso nel mio cuore. Grazie.
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 18/06/2008 18:17
    aria di tempesta. Quell'aria elettrica prima che il cielo si annerisca e la pioggia arrivi violenta... molto bella mi mette i brividi e mi da allo stesso tempo sicurezza
  • miryam maniero il 28/05/2007 23:24
    quante giornate così in questa natura passiamo senza osservare come tu qui hai fatto, e quanto è bella la natura anche nel freddo di questi giorni che si coprono di ricordi di vita o attimi che stiamo vivendo con lo sguardo vivo, presente nell'osservare ciò che ci sta sempre intorno.
    Bella mi hai riportato ad antiche melanconie ma dolcissime di vita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0