username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sicilia

Sicilia verde e brulla
arsa e fiorita
i tuoi monti galleggiano
leggeri sul mare,
i neri scogli
fioriti di sale
mi rimandano antichi miti,
un acre odore salmastro
si fonde col dolce gelsomino.

Mi immergo
tra le tue acque limpide,
purificami
dal fango che mi avvolge.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • giorgio giorgi il 16/09/2014 21:23
    Che bello leggere quello che la Sicilia ha lasciato nel cuore
    di chi ci si è voluto immergere!
  • Ettore Vita il 10/11/2011 21:01
    Troppo buoni, la Sicilia merita molto di più; tutte le regioni sono belle e particolari, ma la Sicilia ha qualcosa di magico, è un dono del cielo.
  • Anonimo il 10/11/2011 20:55
    Un'ode stupenda ad una terra stupenda.. complimenti!
  • Ugo Mastrogiovanni il 10/11/2011 10:20
    Il poeta si annienta di fronte alle bellezze di quest'isola, si purifica nell'anima e nel corpo e le dedica un'affascinante poesia.
  • Ettore Vita il 09/11/2011 22:32
    Grazie per i vostri commenti
    A Salvatore mi piace dire che la Sicilia mi piace tantissimo e apprezzo i siciliani per la roro ospitalità ed intelligenza... e le donne per la loro grazia.
  • Anonimo il 09/11/2011 21:39
    Non si può non apprezzare questa tua poesia che è un osanna alla mia terra natale.
    Ho ancora nelle nari il profumo intenso dei gelsomini nelle notti d'estate. Odori che mi riportano ad un mondo di ricordi fatto di persone e di cose. Piaciuta!
  • loretta margherita citarei il 09/11/2011 19:01
    molto bella profonda

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0