PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

New York, New York

Bella donzella
di stella a punte
cinta,
ed in mano
la fiaccola
che vitale
arde;
Libertà
chiamar ti fai;
e da lontano,
sul bastimento
che dallo stivale giunge,
gioia e speranza
dai;
ma quando vicino
si è,
altro non sei,
che un'enorme statua,
insensibile e refrattaria
dell'emigrante pianto.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • roberto caterina il 11/11/2011 19:15
    Bella Don Pompeo, mi piace, bravo..
  • Anonimo il 11/11/2011 16:59
    Un'illusione ben descritta. Bravo.
  • Anonimo il 11/11/2011 16:06
    "La Libertà è una statua, con cura fu innalzata, tentando di nascondere un'America malata...", i Punkreas suonavano questi versi, in un modo rozzo e combattivo, la tua è scritta in una forma più leggera: uno stato dove di libertà c'è solo un monumento francese costruito come ricompensa, segnato dal tempo, dai ricordi e dalle illusioni...
  • loretta margherita citarei il 11/11/2011 16:00
    molto bella tutto è illusione, bravo
  • Anonimo il 11/11/2011 14:54
    molto bella... don riflessiva complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0