username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

allegria! (capodanno del nuovo millennio)

La rabbia di amarti io solo,
la follia di gridarlo nella notte,
e i pochi che mi sentono
credono che sia pazzo!

Allegria, da una finestra aperta
la sciocca tv mi ripete: Allegria!

La voglia inconsulta, di sfondare
a calci la tua porta, solo per me chiusa;
per vedere con chi, adesso,
stai cantando il karaoke!

Allegria, è iniziato il countdown,
dieci secondi per l’anno nuovo, Allegria!

Tutto da solo, ho inventato, sognato,
la nostra vita in comune,
tu, non l’hai  mai nemmeno pensata!
Sono veramente pazzo!

Allegria, una ragazza per strada,
mi invita a brindare : Allegria! 

La follia di amarti io solo,
la rabbia gridata nella notte,
e quelli che mi sentono,
pensano che sia ubriaco, burp! Allegria!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • lupoalato maria cannavacciuolo il 22/05/2008 22:03
    questa poesia allegria mi ha messo un po' di nostalgia...
  • Egon il 04/01/2008 03:41
    da parte mia, empatia
  • Cinzia Gargiulo il 04/01/2008 00:06
    Poesia che esprime molto bene il dolore di chi prova un amore non corrisposto e vede sfumare nel nulla i suoi sosgni e i suoi progetti di una vita a due.
    Bravo!
  • Rosita Catillo il 11/11/2007 23:23
    "La rabbia di amarti io solo..." quante volte l'ho pensato in questo ultimo periodo; bella la poesia, ho un bel ritmo ed evoca lo scenario di un "triste" capodanno d'allegria. CIAO
  • Maria Lupo il 13/10/2007 01:02
    Sono in ritardo ma... mi piace molto
  • Anonimo il 07/10/2007 22:14
    Che tristezza, tutto solo a festeggiare il nuovo anno e in più pensando ad un amore non corrisposto.
    Meno male, che c'è sempre un nuovo giorno, vero Gigi?
    Ciao
  • Massimo Genovese il 07/10/2007 21:03
    bella
  • sara rota il 05/06/2007 09:24
    La forza di un amore gridato, mai lasciarsi sfuggire l'occasione anche se avolte l'amore dall'altra parte non è accettato...
  • lory giacobbe il 05/06/2007 09:11
    I nostri pensieri, i nostri progetti, la nostra vita... a volte solo nostri.
  • Ugo Mastrogiovanni il 04/06/2007 18:22
    Versi molto graditi specie per l’impianto scenico! Se può confortarti desidero ricordarti cosa scrive Plauto “Amor et melle et felle est fecondissimus” che tradotto non alla lettera significa: L’AMORE PRODUCE MOLTO MIELE MA ANCHE MOLTISSIMO FIELE. In ogni caso auguri.
  • Duccio Monfardini il 01/06/2007 17:09
    triste ma decisamente coinvolgente. bravo, come sempre. ciao, duccio.
  • A. il 31/05/2007 16:50
    "Tutto da solo, ho inventato, sognato,
    la nostra vita in comune"... triste per quanto bella, complimenti Luigi.. a rileggerci...
    A. M.
  • b f il 30/05/2007 14:24
    E il dolore sembra ancora più intenso proprio per il contrasto
  • rexia argento il 30/05/2007 13:19
    Allegria, da una finestra aperta
    la sciocca tv mi ripete: Allegria!
    COme capisco. Poesia e realtà s fondono. Bello, bravo.
  • Maurizio Triolo il 29/05/2007 20:06
    Quanto volte il mondo fuori non è sintonizzato sulle nostre frequenze... bella.
  • Anonimo il 28/05/2007 21:29
    Buona sera...è splendida!!! Ciao...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0