PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A mio figlio

Figlio
Sei a-2
Vicino allo O
Perfetto ed indistinto
Semplice e complesso
Come una rotonda
Arrivo e partenza
Di strade infinite.

Avverti la fatica
Di tanto cammino
Hai fretta di arrivare
Ma la strada è in salita;
Butti lo sguardo
Oltre la meta
E trepidi ansimando
Perché non ti è chiara
La strada da imboccare.

Figlio,
Non ti affannare
Non proiettare lo sguardo
Oltre la meta,
Cammina
Goditi il paesaggio
E come un'ape
Nutriti d'ogni cosa bella.

Quando arriverai allo zero
Alla rotonda
Non leggere le insegne
Chiudi gli occhi
E lasciati guidare dal cuore,
Un pennello e una tavolozza di colori
Ha i avuto in dono,
Disegna la tua strada
Dipingi il presente e il tuo domani.
Solo tu sei la strada e la luce
Di te stesso.

Quando ti senti solo e stanco
Fermati a contemplare il cielo
l'azzurro dell'infinito,
Io ti guarderò da lontano
Come la luna piena
E ti dirò grazie
E ti sorriderò
Quando vedrò i tuoi occhi
Brillare
Ora tristi ora felici
Come la vita.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0