accedi   |   crea nuovo account

Rinascita del Sogno

Sul vetrino
analizzo metamorfosi
di forma e di concetto,
osservo emorragie di passato
-salamandre denudate/ inchiodate
sul letto di rupe inamovibile-.

Nel cavo della mano raccolgo
l'immagine rinata dall'ultima muta,
sarà quello il mio ultimo ritratto?
L'incanto dell'oggi vorrei fissare
su calco adamantino
a sfidare la corrosione dei giorni.

Fermare non si può altrimenti,
la razzia delle stagioni,
che sedimentano strame
di foglie di ore,
di polvere d'oro bruciato.

Si sfaldano
maree di sguardi/ fermenti di onde
sotto severe custodie di palpebre granitiche.
Ma tenace il sogno non demorde
e suscita propaggini d'ali
all'anelito d'ascesa.

Lassù, congetture di sole
e rifugi sicuri per le mie fughe,
nell'avallo di nuvole galeotte.

Sostituire si può
il peso della carne
con levità di ali,
pur se la trama della vita
è già fissata altrove.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • anna marinelli il 18/11/2011 21:36
    grazie Salvatore.. a volte penso di non saper scegliere le poesie da postare...
  • Salvatore Maucieri il 18/11/2011 17:22
    Bella e piaciuta. Brava. Ciaooooooo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0