PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

O la Borsa o la vita

È una mina vagante
lo spread sull'ottovolante


In altalena il differenziale
scende e poi risale


Son tutte grasse speculazioni
e i mercanti non senton ragioni


E quando cala il rendimento
abbiamo tutti un turbamento


Se aumenta il differenziale
il debito è sempre più spaziale


Il rischio default è dietro l'angolo
e si rimane poi, solo con qualche spicciolo


Auguriamoci che ci sia una ripresa
anche se, non lo nascondo, sarà una grande impresa


Abituati come siamo
ad un tenor di vita che amiamo


Auguriamoci una nuova epopea
per la nostra borsa europea...

 

3
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alberto il 03/11/2014 21:22
    Interessante via per esorcizzare la paura di una crisi che non vuol finire. Ottima la musicalità a mia opinione!

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0