accedi   |   crea nuovo account

Pensieri che si smarriscono tra i ricordi

Ho voglia di sole. Stanco della nebbia mattutina cerco sorrisi e voli di aironi. Cerco la serenità che mi cerca. Voglio conoscere occhi che m'incantino. Voglio abbracciare il mare. Voglio il sale sulla pelle. Foglie arancione m'inseguono tra viali di faggi sonnecchianti. Rivoglio l'amore di mia madre quello che non conosce fine. Per ricordarmi di lei non bastano parole ci vogliono lacrime. Solo la madre ti ha insegnato a piangere e quando ti succede avrai gli occhi umidi di gioia nel suo ricordo. Voglio tornar bambino dimentico del destino. Rivoglio il seno di mia madre dove nascondermi da un futuro che illude chi ci passa appresso.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Claudio Bertucco il 12/11/2013 12:06
    Grazie Marcella.
    Il tuo commento è una capriola di gioia per me
  • Anonimo il 11/11/2013 22:11
    Una struggente nostalgia per la madre consolatrice per eccellenza
    espressa con parole che suscitano emozioni.
  • Ada Piras il 19/11/2011 10:40
    Nessuno come lei sa consolare.. ma poi la vita ci impone
    di essere soli e protagonisti in questo breve cammino..
    ma il suo amore per sempre ci rimane.. Bravo.
  • anna marinelli il 19/11/2011 08:17
    una poesia, come quella precedente, che affonda le sue parole nel passato ricordato con struggente nostalgia.. bellissime entrambe. Bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0