accedi   |   crea nuovo account

Emozione

Quando Dio pensò
alla lacrima, pensò a te.
E creò i tuoi occhi, da cui
lenta discende,
sorgente da cui bere.
Quando Dio pensò
al suo greto, pensò a te,
dolce declivo.
E creò il tuo bel volto,
per farla adagiare.
Quando Dio pensò
ad Amore, pensò a te.
E creò la tua bocca,
carnosa e dolce,
e il suo sorriso da poter baciare.
Quando Dio pensò
alla terra, pensò a te
e creò i tuoi seni,
delicati e bianchi;
sodi e lisci, a cui Eros attinge.
Quando Dio pensò
al Creato, pensò a te
e s'inventò il tuo corpo:
melodia e canto.
E finalmente,
quando Dio si riposò
Pensò a te.
Ai tuoi occhi e alla tua bocca.
Al tuo volto e al tuo seno.
Al tuo corpo.
E creò l'emozione.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Verbena il 08/09/2014 13:16
    Se non fosse qui sotto i miei occhi il tuo poema, penserei ad un Canto biblico. Appassionato e vitale dalla delicatezza infinita delle tue osservazioni. Lettura armoniosa della realtà sublimata ed allo stesso tempo reale e viva. La chiusa è stupenda! Molto molto bravo.

15 commenti:

  • Anonimo il 09/09/2014 14:07
    Dorella... Non so davvero cosa dirti, se non GRAZIE INFINITE per il tuo apprezzamento. Parole che mi commuovono e mi toccano. Perché tutto quel che scrivo, sai, mi vien d'impulso ogni volta che penso al volto di lei che mi compare, davanti... Son cose che vorrebbero dirle il mio Cuore e i miei occhi... Di quelle che non si dicono con le parole, ma che la tua sensibilità tutta femminile ha colto. ... Appassionato? Beh, sì: è così il mio Amore per lei. Vitale e delicata la definisci?... Lei è così, delicata, armoniosa, sublime. Delicata. ... Grazie ancora, Dorella!
  • fortunato campanile il 20/11/2011 13:44
    sì, stanislao, hai percepito immediatamente quello che provavo. come dicevo altrove io non le chiamo poesie, lungi da me farlo, sono, diciamo, delle foto di un momento. pensa che la prima che scrissi mi venne in mente una notte d'estate, durante un viaggio verso rimini. dovetti fermarmi e scriverla!
  • fortunato campanile il 20/11/2011 13:40
    grazie infinite, loretta.
  • fortunato campanile il 20/11/2011 13:38
    ada, la donna è emozione! è lei che emoziona, sempre. come emoziona me il tuo gentile apprezzamento. ti ringrazio di cuore!
  • fortunato campanile il 20/11/2011 13:36
    la donna è emozione, ada! è lei che emoziona, come lo sono io al tuo apprezzamento. ti ringrazio davvero tantissimo!
  • fortunato campanile il 20/11/2011 13:32
    vincenzo, sono semplicemente lusingato, grazie. è un canto alla donna.
  • Stanislao Mounlisky il 19/11/2011 19:10
    molto sentita, sei bravo, il finale è eccellente
  • rosaria esposito il 19/11/2011 18:56
    è molto bella. sì, bella! punto.
  • loretta margherita citarei il 19/11/2011 17:18
    molto dolce complimenti
  • Ada Piras il 19/11/2011 15:53
    Una meraviglia chiamata.. Emozione.. Che bella!
    Bravissimo..
  • Vincenzo Capitanucci il 19/11/2011 14:56
    Una genesi d'Amore... meravigliosa... creante emozioni...

    Bravissimo Fortunato... tra i preferiti e su Fb...
  • fortunato campanile il 19/11/2011 13:44
    karen, che dire oltre, sei generosissima. ed io onorato.
  • fortunato campanile il 19/11/2011 13:43
    un grazie di cuore, sara!
  • sara zucchetti il 19/11/2011 12:41
    Molto dolce e romantica!
  • karen tognini il 19/11/2011 12:39
    Bellissima... un canto d'amore stupendo...
    Bravo Fortunato...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0