username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Infedeltà.. Sale della vita.. Coniugale

Notte,
oscura i cieli con i tuoi manti
ben venga l’ora
meno amata dai mariti
che dagli amanti.

Così
la traditrice si presenta:
ridente
col suo devoto intorno
ardente
come il fuoco tormentoso.

Gettando alle ortiche ogni pudore
Si riempie d’ogni allegro passatempo
E paga il pentimento
Prima ancor di ritornar devota.

Peccato è il tradimento,
dal pulpito una voce,
t’attenderà il fuoco e pene dell’averno!

Amici miei!
Quand’una è sfinita
di vivere l’amore spoglio e nudo
senza una salsa a insaporire il sugo,
per ritrovar l’amor novello
non sta a pensare a questo e a quello.
Si prende un altro o
tuttal più quello di un’altra!

Alle golose,
umilmente, vorrei raccomandare :
prima di affrontare il tradimento e
rendere il fuoco meno tormentoso di mettere da parte
il sentimento per tornar moglie fedele al devoto sposo.

A voi,
ben pensanti voglio soltanto dire :
i peccati della sposa van presto perdonati.

Son giochi innocenti!
Follie di un momento!
Un alito di vento!

E poi che vuoi sia…
se resta allo sposo
la sposa e l’armonia!!!!!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

21 commenti:

  • luisa berardi il 04/10/2008 18:22
    ho un po' paura di maritarmi adesso! scherzo, molto bella.. molto vera, purtroppo.
  • MICHELA C. il 01/07/2008 00:30
    “Tradimento piace assai, traditor non piace mai”. (Proverbio italiano).
    Già quando a tradire è la donna la chiamiamo puttana, se a tradire è l’uomo è “vitellone, ply boy…..”
    Le donne quando sono infedeli è perché sono insoddisfatte del loro matrimonio o del loro rapporto con il partner.
    Con il tradimento è come se ritornassero indietro nel tempo, la relazione clandestina che vivono è senza litigi, non è monotona e soprattutto non c’è la quotidianità che c’è nella relazione con il proprio partner.
    Una sana scappatella ravviva il matrimonio…”E poi che vuoi che sia…se resta allo sposo la sposa e l’armonia!”
    A tutti un caloroso saluto.
  • Anonimo il 30/06/2008 15:47
    .. io la trovo ironica... anzi quasi un monito per quelli uomini che danno tutto per scontato... rendendo la donna quasi un mobile che si trova in casa come il salotto acquistato prima delle nozze. Non mi pare un inno al tradimento, ma proprio per la sua ironia, una sorta di canzonatoria resa dei conti... di chi non si accorge neanche che manca qualcosa nella serena e logica vita coniugale... proprio il sale! Vi prego non pesate ogni parola... sono sensazioni di chi legge... e possono essere diverse. Il tradimento è la fine di vero Amore... e questo lo si sà... ma qui si parla d'alto, e la poesia, mi pare sia notevole, per composizione, per linguaggio e per l'argomento, coraggioso e scanzonato allo stesso tempo.
  • Anonimo il 30/06/2008 15:04
    Le do un consiglio, mi scriva in privato che le spiego come funziona la vita. Buona giornata. gia&ak
  • Anonimo il 30/06/2008 14:41
    Scusi sig. max man... ci sono trattati di filosofia morale e di psicoterapia sulla infedeltà coniugale. Lei usa in maniera triviale il termine puttana senza nemmeno avere il coraggio di dirlo, il che denota due aspetti fondamentali... la sua mancanza di spirito e la sua notevole mancanza di coraggio. Cerchiamo di non fomentare discussioni da bar... non è il sito adatto. Mi scusi... se vuole avere chiarimenti in privato, a sua disposizione! gi&ak
  • Anonimo il 30/06/2008 14:31
    Arrivo qui per caso ed allibisco... certo non tutti gli uomini possono capire... però la chiusura mentale.. via!!! Qui siamo in presenza di una grande filosofia popolare ma profonda dell'intimo femminile... quegli uomini che non capiscono, e questo mi fa girar i condor, forse non sanno di essere tra coloro che godono della carica della batteria accumulata in un letto extraconiugale. Rileggete le verità di coppia delle ultime strofe... fantastiche! Complimenti. Suo gi&ak
  • Gianmarco Dosselli il 04/06/2008 11:21
    In una Italia delle scappatelle coniugali, per tutti è forte questo motto: "Innamorarsi, sposarsi, tradirsi e separarsi".
  • TIZIANA GAY il 16/04/2008 09:53
    La trasgressione è intensa, ma pericolosa e a volte rompe degli equilibri per sempre!
  • sara rota il 28/06/2007 08:51
    Mi è piaciuta soprattutto la parte dei consigli finali.
  • MICHELA C. il 31/05/2007 00:09
    CARO IL MIO MAURIZIO,
    mi dispiace deluderti ma.. non è autobiografica.
    Ho voluto rendere un omaggio a tutte le donne fedifraghe!!!!!!
    CIAO
  • Maurizio Triolo il 30/05/2007 19:48
    Se è una confessione, brava e complimenti per il coraggio, ammirabile... comunque bella e scorrevole, ciao.
  • MICHELA C. il 29/05/2007 22:47
    Caro Silvano,
    è meglio vivere di RIMORSI che di RIMPIANTI!
    CIAO---MICHELA
  • roberto mestrone il 29/05/2007 12:26
    Allegra ballata... fedifraga...!
    La pensi veramente così, Michela?
    Moralismi a parte, i versi scorrono elegantemente.
    Ti aspetto Michela..
    Ro
  • SILVANO DOLCI il 29/05/2007 11:58
    TRADIRE È COME MORIRE.

    CIAO SILVANO
  • lory giacobbe il 29/05/2007 11:00
    Visione del tradimento dalla parte del traditore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0