accedi   |   crea nuovo account

Risveglio nel sogno

la storia si ripete sempre uguale
viaggia - il progresso - assieme all'interesse
mentre alle masse restano promesse
e mamma, fame, patria l'unico ideale

le banche coi governi nell'arsenale
s'accordano sempre per le commesse
- che per altra guerra son le premesse -
a colazione con il capitale

di rabbia urla - oltraggiata - la Ragione
dell'affronto all'Umanità compiuto
di vite barattate col profitto

si faccia dunque il prossimo conflitto
che da vessati eroi sia combattuto
e - di Giustizia - sia Rivoluzione!

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • loretta margherita citarei il 20/11/2011 20:15
    apprezzatissima complimenti
  • mariateresa morry il 20/11/2011 18:00
    Leggendo questa opera mi è venuta in mente la poesia di Montale "La Storia" presente anche in questo sito tra leopere di poeti famosi. Un altro modo di interpretarla e forse più spietato... Il tuo testo comunque è efficace.
  • Vincenzo Capitanucci il 20/11/2011 17:22
    La Storia... che poi siamo noi.. ci ha insegnato niente o ben poco... si continua sempre a fare gli stessi sbagli... la ragione (chiamata anche di stato)... ha sempre calpestato i cuori... e per questo ci vorrebbe una rivoluzione d'Amore..

    Letta con piacere Mani... che senso di libertà andare in bicicletta senza mani.. con brio e un po' di follia.. senza essere aggrappati come disperati a questo manubrio... mentale..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0