PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

che sarà?

attorciglia lo spazio
sgambetta tra i pini
risale la china
per poco
e pare la giostra
dei bimbi
o scarne le anche
d'un vecchio
provate e contorte
aggrappate alla schiena
di vertebre stanche
il fiume

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Andrea Palestra il 10/10/2007 12:02
    lo scorrere del tempo caratterizza, giorno x giorno, la nostra esistenza. Un esistenza caratterizzata da poche "buone-ore" precedute da molti sacrifici e forse, quasi certamente, sofferenze... il tuo fiume è nei pressi del benessere, penso se lo meriti sopo tanta fatica. Coinvolgente.
  • Anonimo il 07/06/2007 13:15
    il fiume accoglie un guscio maldestro che sbatte ora alla riva destra, ora alla riva sinistra, ma alla fine la corrente e' lenta e pacata, apre la porta di un oseano pieno di gocce dove c'e' anche la mia che cerca la tua. sei geniale. n
  • laura cuppone il 29/05/2007 16:09
    fiume.. personalizzarlo, renderlo umano... quasi che senta ciò che è... bella L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0