accedi   |   crea nuovo account

Donna

Eri bambina
volato è
sol un istante.

Vent'anni,
così bella eleganza,
te stessa seduci.

Di sguardi ti nutri
e accanto cerchi
il suo desiderio.

Così sola, così carne,
quando l'altro corpo
ti stringe a sé.

Poi l'attesa
custodita
nel grembo.

Quanta gioia,
con rabbia e paura.
Quanti sogni.

Allevi e
allevii
l'iniziale pianto,

da madre a madre,
antico destino
si rinnova.

Il tempo
frantuma lo specchio

sulle tue rughe
e solitudini,

pur fra affetti.

Le antenate
e future figlie,

che non conoscerai,

t'accompagneranno
nell'ultimo viaggio.

 

l'autore Dino Borcas ha riportato queste note sull'opera

in: Dino Borcas - Esistenze (50 storie in forma poetica, accompagnate da illustrazioni dell'autore)- Lulu. com Editore, 2011
(il libro è presente anche in versione eBook)


4
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 15/02/2014 10:02
    Molto apprezzata, complimenti
  • STEFANO ROSSI il 10/03/2012 11:51
    molto toccante. secondo me il titolo va anche bene, quello decidi te. io posso che dire che cosi è perfetta. La vita è una giostra che gira. bravo
  • vincent corbo il 08/03/2012 11:36
    Una composizione che ricorda un fiore dove i petali sono sensazioni, esperienze, gioie e dolori.

3 commenti:

  • Dino Borcas il 29/11/2011 14:53
    mi rendo conto ora che il titolo può essere un po' ambiguo, è da intendersi come "una donna" e non "la donna", la maternità non necessariamente deve essere presente nella storia di una donna...
  • Dino Borcas il 26/11/2011 08:16
    informazioni sul libro in: www. lulu. com
    dove è anche possibile leggere altri brani nella "Anteprima"
  • Anonimo il 25/11/2011 22:00
    bellissima... che dire più?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0

- Il video di quest'opera -