PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Gli anni, sono foglie che si staccano dall'albero maestro

Le mattine dei nostri anni perduti
i tavolini nell'ombra soleggiato dell'autunno
imprimono sulla foglia i colori più intensi,
prima di staccarsi dal ramo.

Volteggiano e si adagiano
sul viale del tramonto.
E così la vita!
Ogni anno corrisponde
ad ua foglia.

Temperata al vento e alla pioggia,
a grandine e neve
Poi, l'ultimo soffio di vita
prima di cedere al tempo!

 

3
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Grazia Denaro il 31/01/2012 15:37
    E bello paragonare noi alla natura nella nostra trasformazione che avviene con il passare del tempo. Bella poesia che mette in risalto le sue delicate sfumature.
  • giuseppe bevacqua il 10/01/2012 15:01
    estremo inno alla vita ed al suo scorrere tumultuoso.
    è una poesia.. speciale...
  • Anonimo il 08/12/2011 10:36
    Meravigliosa, Dora! Una poesia dalle delicate sfumature autunnali.
  • Dora Forino il 22/11/2011 12:09
    Carissima Carla ti sono grata e ti ringrazio con un sorriso ed una carezza.
  • Dora Forino il 22/11/2011 12:08
    Buongiorno a te Marco, sono particolarmente felice sapere che i miei versi, siano stati apprezzati, in quanto noi che scriviamo, ci mettiamo prima in ascolto con il nostro io e poi anche al giudizio di chi ci legge. Grazie.
  • Anonimo il 22/11/2011 11:03
    stupenda poesia meavigliosa metafora brava poetessa... un abbraccio carla
  • Marco Briz il 21/11/2011 23:31
    Che bella perla Doraaaa. Ottimi versi di spessore non indifferente. Bravissima
  • Dora Forino il 21/11/2011 15:22
    Buon pomeriggio Alessandro, sono propri contenta del tuo gradimento. Grazie mille!
  • Alessandro il 21/11/2011 15:07
    Davvero bella... tutto questo autunno mi inonda il palato di vecchi sapori Ungarettiani.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0