PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nebbia

È scesa all'improvvis!
Nu fummo senz'addore
ha annascunnut'o cielo.

O juorn o sole
se intravved'appena,
e quann'è sera,
a Luna ie Stelle
te ll'aia immagginà.

Stann' llà,
ca voglia e splenner'e parià,
ma nù lenzuolo grigio,
maligno e silenzioso
e stut'a luce;
e appucundrisc'o core.

 

3
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 15/01/2012 11:51
    Un cuore napoletano in mezzo alla nebbia?! allora la poesia è ancora più bella e ne comprendo di più la " malinconia ". Splendida come la " smargiassa ". Pochi versi ma che versi e poi... il napoletano è una lingua e non vernacolo, almeno per me. N. B e non sono napoletana...
  • augusto villa il 31/12/2011 15:40
    È davvero bella, ricca d'immagini e d'intensita'...
    Bravoooo!!! --------------

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0