accedi   |   crea nuovo account

Cinderella

Appago alcune sere
la melanconia del ricordo
tirando fuori dall'armadio
una scatola dorata.

Dentro, una scarpetta
di cristallo,
che accuratamente
spolvero e lucido.

Gelosamente al petto
la stringo
nel dolce rimpianto
d'un valzer d'amore.

Non oso più provarla...
tempo ormai n'è passato
è uscita di misura.

Più delle sorellastre
è l'aspro della disillusione
e se guardo nel giardino
la zucca più non si trasforma
ed i topolini rosicchiano in pace
croste di formaggio..
forse il principe ha smarrito la via
o forse ha perso l'altra scarpetta.

Troppo lunga è l'attesa
e nulla v'è più di magico..

Solo una luna rotonda
nel cielo
conserva la magia.

 

0
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sergio Basciu il 25/02/2014 12:59
    Un intrigante gioco di specchi tra una fiaba e un malessere reale appena stemperato da una promessa di felicità, nell'accenno alla magia della luna... bella.. ciao

5 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 22/11/2011 16:28
    Firma inconfondibile in questa tua bellissima!
  • Giacomo Scimonelli il 22/11/2011 07:06
    applausi magica Poetessa
  • roberto caterina il 21/11/2011 22:11
    bella e triste nel disincanto che spesso segue ai sogni..
  • Elisabetta Fabrini il 21/11/2011 18:28
    Si legge disincanto nelle tue parole... speriamo che la luna ti aiuti a sognare ancora un po'!!
    Bellissima Lor!!
  • sara zucchetti il 21/11/2011 18:01
    Troppo lunga è l'attesa
    e nulla v'è più di magico..

    Brava Loretta! bella poesia l'ho sentita molto... la vita non è una favola...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0