username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Questa è Milano

Il rumore del condizionatore,
lo sappiamo,
non è Il ruggito del mare lontano,
o Il sibilo del vento,
di ponente,
che con passione sbuffa,
tra i rami indolenti.
Eppure li sentiamo.

La luce che rischiara la notte,
non è l aurora,
che il nuovo giorno colora,
ma luce di nebbia che avverte,
che il tempo dato è finito.

Amanti ci vestiamo,
un ultimo abbraccio,
un ultimo bacio,
una camera rossa,
 un letto disfatto,
furtivi ce ne andiamo.
Semmai ci rivediamo,
questa è Milano.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • giorgio giorgi il 23/02/2013 21:27
    Scritta bene, musicale ed originale. Mi è piaciuta.
  • Anonimo il 09/06/2012 10:56
    Ogni luogo d'amore diventa fra baci e abbracci... bellissimo!
  • Anonimo il 23/11/2011 11:58
    ... anche in una stanza d'albergo può sostare amore. Molto gradita!
  • Stanislao Mounlisky il 21/11/2011 21:32
    sapessi come è strano sentirsi innamorati a Milano... diceva il Gaber. me lo hai fatto venire alla mente