accedi   |   crea nuovo account

Canzone stunata

Vurria cantà
na canzone,
ma, mannaggia a me,
nun tengu a voce;
ma zitta zitta
da lu core vene
e a te arriva;
pecché pe' sta canzone
nun serve l'ugola d'oro,
parla d'ammore
e se fa sentì,
e pure stunata
è bella,
comme se
l'avisse cantata
u megliu tenoru;
applaudi
e i restu cuntentu!

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0