username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'eremo del cosmonauta

Girovagando tra le meraviglie dei pianeti lontani
catturato dalla sterminata distanza della luce
afflitto dalla solitudine nel immenso universo
e rincuorato dal canto di una nuova pulsar

"privo di ogni controllo
confuso e stordito
senza più energia"

Naufrago nello splendore dello spazio
una stella che esplode in continua espansione
la scintillazzione cromatica di una nebulosa
colora la malinconia e disgrega il nulla

"neutralizzata ogni illusione
nella condizione peggiore
di una missione fallita"

Ma davvero brilla l'universo, o è come una notte nel deserto?
Ma davvero esiste l'infinito, o è soltanto un sogno sconosciuto?

Vagabondo spaziale nella galassia a spirale
segnali che arrivano dal silenzio assoluto
l'intensità delle piogge di stelle comete
sono corpi celesti riflessi negli occhi tristi

"fuoriuscito dall'orbita
oltre l'apogeo
rinchiuso nel microcosmo"

Gravitando nel buio dell'indefinito
tra angoscianti nubi di materia cosmica oscura
nel mezzo stellare senza cognizione del tempo
verso l'irreversibile punto di non ritorno

"rassegnato alla sparizione
nella contrazione finale
della stella più nera"

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 06/12/2011 15:53
    Investita dai tuoi versi
    mi sa che d'ora in avanti eviterò di leggerti
    scherzo..
    davvero bella
    ciao
    Angelica
  • Salvatore Ferranti il 23/11/2011 18:38
    bella poesia mi è piaciuta molto.
    ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0