username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Come un gabbiano

Come un gabbiano sull'oceano immenso
volavo con lo stormo, felice e spensierato
quando ogni cosa ancora aveva un senso
prima d'isolarmi, di rendermi malato

e ora, nell'inquietudine più profonda
rimpiango il mare e la sua dolce brezza
e in ogni istante, onda dopo onda
il cuore mio si colma di amarezza.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • karen tognini il 03/04/2012 11:17
    avevo scritto una poesia da ragazza con lo stesso titolo...
    mi ha emozionata... c'è tutta la malinconia di un solitario volo...
    bravo!!!
  • DOMENICO DE MARENGHI il 14/12/2011 15:26
    Poesia piena di significato anche se è un po' triste per la tua età (se è corretta, naturalmente). Buono lo sviluppo della trama, con l'augurio di continuare nel tempo a sviluppare temi interessanti. Buon lavoro.
  • Alessio Fattore il 04/12/2011 02:07
  • Vito Bologna il 24/11/2011 17:39
    "" e in ogni istante, onda dopo onda
    il cuore mio si colma di amarezza.""

    Bella chiusura complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0