PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Chi ero non sono

Guardo il mio corpo,
mutare,
invecchiare,
Chi ero non sono.
Vedo i miei pensieri,
danzare,
Inseguiti da occhi luccicanti.
Chi sono non ero.
Sento la parola,
ti amo,
abbracciato ad un corpo,
che chiede amore.
Io sono il dono,
così sognavo di essere,
così sono.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Elisabetta Fabrini il 25/11/2011 08:31
    L'importante è scoprire chi siamo prima o poi... poi il resto viene da sé..
    Bravissimo
  • Raffaele Arena il 24/11/2011 23:23
    Si arriva al dunque. Il moto di tutto è dare sinceramente affetto e riceverlo. O anche darlo, senza pensare che poi si riceve. Intanto azione è fatta, e ritorna
  • Ada Piras il 24/11/2011 22:24
    Molto bella un viaggio tra chi ero e chi sono.. in un dono
    così sono.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0