PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fiume nero

Sento crescere dentro di me una strana sensazione
quando il sole cala
e la notte colora di nero il fiume.

Guardo la luna affogarci dentro
e per un attimo il suo bagliore lo illumina,

ma poi scompare
e il fiume torna più nero che mai.

Questo è quello che vedo,
quello che sento,
quello che vivo.

Non sò se è l'inizio o la fine...

ma sò che devo andarmene e non fermarmi finche non sono giunto a destinazione.

Altrimenti un'altra piccola goccia
si perderà nuovamente
in questo grande e fottuto fiume nero.

 

3
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Jurjevic Marina il 18/04/2012 12:30
    Guardo la luna affogarci dentro
    e per un attimo il suo bagliore lo illumina

    mi piace... Anche tanto.
  • STEFANO ROSSI il 02/12/2011 11:29
    Philip = nano!
  • Philip il 01/12/2011 15:08
    Vattene Rossi, vattene! E torna quando ti sei ritrovato.
  • Don Pompeo Mongiello il 26/11/2011 13:57
    Concordo pienamente, anche se non è il mio stile, con la Defilipe!
  • Carina Defilipe il 26/11/2011 02:13
    In questa poesia i tuoi sentimenti sono ombrosi come quel fiume nero, probabilmente ti tormentino... Magari usa quei forti sentimenti per cercare parole più morbide, seconde me ci riesci... e vedrai che trasformi le tue metafore in emozione! Dai spazio anche al interpretazione, non dire tutto (questo è quello che vedo, sento, vivo)
    Cmq mi piace molto la metafora del fiume nero alla tua inquietudine interiore... A presto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0