PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pigli e appigli

Verso riverso
con ali bruciate
bruciate di streghe, carezze di fate
in notti ingoiate in notti malate

morso di fate, bacio di streghe
graffi e graffiti su lastre affilate

fugge e rifrigge
la strega sul rogo
mentre alla fata è toccato un tesoro

hai mano di fata
e pelle di rovo
il male nel cuore ha sede e ritrovo

il viso è di fata
la strega sfregiata
l artiglio un appiglio a
vite e scompiglio

incidi i tuoi cuori
straziando gli amori
la voce è di seta il resto di strega

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sergio Basciu il 31/10/2014 10:42
    Molto bella questa rincorsa di versi e di rime in un'ambigua commistione di luce e di buio, di gioia e dolore, i due volti dell'anima che morde o bacia, che sfregia oppure accarezza, ... complimenti...

1 commenti:

  • Alessandro il 25/11/2011 23:19
    Bello il dualismo strega/fata, piaciutissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0