PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fenice tossica

Sono a terra nel buio da me voluto.

Dalla persiana
il sole si frammenta
in piccoli fasci di luce pura.

Nella stanza si propaga,
come nebbia,
il fumo della mia canna,
accesa per non spegnermi.

In esso,
cautamente,
mi nascondo
dai fantasmi del mio passato, posti davanti a me,
dagli scheletri, intenti ad uscire dal mio armadio.

Fiamme,
sul mio corpo,
si accendono lentamente

e scintille scoppiettanti
illuminano la stanza.

Divento cenere.

Formo cenere mischiata ad altra cenere.

Da esse io risorgerò.

Apparterrò a quegli splendidi fasci di luce pura.

Perché sono FENICE.

Una fenice tossica.

Ma pur sempre Fenice.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • irene. il 16/03/2012 17:59
    vedo me stessa nelle tue parole e la cosa mi sorprende o forse mi spaventa
  • Anonimo il 01/12/2011 09:35
    Le immagini sono da brivido Eh, quel disagio esistenziale che non ha nome lo conosco bene, però io non ho mai pensato di volere che la mia pelle si incediasse e incenerisse Bravo, mi è piaciuta!
  • STEFANO ROSSI il 28/11/2011 12:40
    Grazie Mariateresa!! e grazie anche a voi...
  • mariateresa morry il 27/11/2011 12:27
    stafano risento in te un poco dei poeti maledetti francesi.. l'idea della fenice tossica è molto suggestiva, come ad indicare che sì, ce la facciamo, ci rimettiamo in pista, ma impuri, sempre più impuri... Ma di che di che cosa se non del nostro dolore? Mi piace sempre quello che scrivi!! Ciao
  • Raffaele Arena il 27/11/2011 00:50
    Più bruci e più ti bruci rischiando di trasformarti in fumo. Ma tant' è, quando ce vo' ce vo'. A parte le battute. Molto particolare e buona.
  • loretta margherita citarei il 26/11/2011 20:11
    molto apprezzata complimenti
  • STEFANO ROSSI il 26/11/2011 17:19
    grazie bruno, hai ragione. Con il tuo commento mi hai fatto venire in mente una frase spettacolare di un ottimo poeta. John Giorno.
    "Per risplendere devi bruciare".
  • Bruno Briasco il 26/11/2011 17:10
    E allora risorgi cara Fenice... non serve bruciare nella cenere ma brillare di luce propria. Bella esposizione Stefano...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0