username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Fuoco dalla gola

Urla!
Sulla cima del più alto monte,
in bilico tra il giorno e la notte.

Urla!
Infrangi la barriera del suono,
e sfida la potenza del tuono.

Urla!
Sguinzaglia la belva dalle lunghe zanne
che nella gabbia delle tue membra, dimora insonne.

Urla!
Sguaina le spade in mezzo al temporale,
squarcia la frustrazione che furtiva ti assale.

Urla!
Concediti un libero sfogo, fino a far divampare
fuoco dalla tua gola, e un incendio nel razionale.

 

2
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/04/2012 16:27
    La rabbia viene paragonata ad un fuoco che brucia in gola e che ha bisogno di venir sputata. L'autore affronta questo arcaico sentimento umano descrivendolo con semplici, ma incisive, metafore poetiche. È legittimo sfogare la rabbia in modo che la stessa non ci divori l'anima.

6 commenti:

  • Daniele Giusto il 27/04/2012 16:39
    Ti ringrazio per la bella recenzione!
  • augusta il 14/03/2012 13:36
    bellissima bravo
  • Daniele Giusto il 29/11/2011 16:40
    Grazie mille, Carla! In effetti sono momenti piuttosto frequenti, credo in ognuno di noi
  • Anonimo il 29/11/2011 15:01
    bella introspezione... una rabbia antica che va sradicata... sfidare la potenza del tuono... squarciare la frustazione che spesso ci assale... complimenti sinceri daniel ti abbraccio carla
  • Daniele Giusto il 27/11/2011 10:42
    Grazie mille! In effetti bisogna sempre sfogare la rabbia, mai imprigionarla a lungo
  • loretta margherita citarei il 26/11/2011 20:27
    apprezzata complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0