accedi   |   crea nuovo account

Moglie e buoi dei paesi tuoi

Sarda, veneta o toscana
non eri campana,
sei stata ricca di suoni
a volte non buoni,
ma sempre intonati
e coi raggi degli occhi
assolati e profondi
tuttora ferisci
ancora mi blocchi
mi confondi spesso,
mi scompigli l’anima
e rinverdisci
gli anni passati insieme.
(2005)

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • laura cuppone il 29/05/2007 18:20
    non c'è confine, lingua, religione, patria... amore scavalca, trapassa, sorvola, assorbe... L
  • roberto mestrone il 29/05/2007 18:17
    Scintillanti versi d'amore...
    Certo, tua moglie dev'esser felice per le tue dolci premure...
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0