accedi   |   crea nuovo account

Il sedere

Il mio pensiero
oggi
si è un po' seduto

ruota intorno alla bellezza del Tuo sedere

con imbarazzo lo descrivo
con note a mandolino

è
un sorriso
orientato verticalmente

così vicino
al cielo di ogni piacere creativo

è
la sede da dove il Re

evacua le Sue scorie

quando è ostacolato
reagisce con coliche di collerica aggressività

Oh mondo costipato
dal pathos di volere ad ogni costo

"Kundi"
rannicchiata Su Se stessa
dorme
fra i quattro petali del mio mantra seme

la coccolo

con energia surreale

l'Amo

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • angela ambrosini il 28/11/2011 08:55
    sei unico meravigliosa
  • - Giama - il 27/11/2011 23:22
    è un sorriso orientato verticalmente... regno del piacere... sede (del) Re...
    GENIALE!
    Ciao Gia
  • Anonimo il 27/11/2011 13:59
    Non so più che dire senza rischiare di essere ripetitivo e banale, ma sei il Poeta, Maestro Vincenzo... Sacro e Profano armoniosamente fusi nel nome dell'Amore... complimenti più che mai!
  • Anonimo il 27/11/2011 13:00
    non ci sono parole... maestro in ogni genere... di pensiero parole... la tua creatività non ha ostacoli bravo...
  • karen tognini il 27/11/2011 12:49
    E qua Vincenzo hai messo propio Tutto di lei.. ahahah... ma c'è profondita' di pensiero dove unisci Sacro e Profano...

    ma l'Ami...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0