accedi   |   crea nuovo account

Canto di donna

Ci son voluti secoli,
per capire che la donna è un essere speciale,
e tanti altri ancora ce ne vorranno,
per riparare all'immenso danno.
Donne, che oggi ancora piangono, perchè non possono fare altro.
Giovani donne, che non sanno far nulla,
se non essere come altri vogliono.
Vecchie donne, a cui è stata tolta la gioia del piacere.
Donne che non sanno far altro che servire, far gioire e partorire,
sperando in un figlio maschio,
senza saper, che lei colpe non ha.
Voi che siete la gioia più grande,
di ogni giovane uomo che viene al mondo
voi che date la vita, per un uomo che farà di tutto per portarvela via,
e farla sua.
Perchè l'uomo dimentica..
ma come si può non ricordare, chi con il suo corpo ti ha nutrito
e non ti ha fatto conoscere la fame.
Uomo, come puoi sentirti realizzato e forte,
se è coprendo il mio sapere, che fai giusto il tuo volere...
e non sarà stato inutile questo mio parlare,
se un giorno lontano, in cui, io,
sarò solo polvere che tu stringerai nella mano,
e piangendo mi ricorderai,
allora, forse,
potrò essere lasciata cadere libera,
libera di essere felice,
libera di amare,
o forse,
libera e fiera di esser donna.

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rossana Russo il 26/01/2012 09:54
    Vera e splendida poesia

3 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 01/02/2012 09:05
    Purtroppo c'è la gente che ancora credere che la Donna sia inutile, il sesso debole.. Apprezzata molto.
  • ELISA DURANTE il 03/01/2012 18:15
    Questi versi mi hanno colpito e commosso. Mi piace la tua grande sensibilità, bravissimo!
  • Stanislao Mounlisky il 28/11/2011 17:35
    una questione sociale, culturale, che viene spesso dimenticata: apprezzatissima questa tua, complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0